RAVENNA

“Ravenna, glauca notte rutilante d’oro”

Gabriele D’Annunzio

 

Itinerario classico

RAVENNA IN MEZZA GIORNATA

Questo itinerario porta alla scoperta dei più celebri e interessanti monumenti della città, noti universalmente per lo splendore dei mosaici che li decorano e che fanno di Ravenna un luogo indescrivibile e unico al mondo. Sarà un affascinante viaggio nel tempo in cui si potranno ammirare i capolavori meglio conservati dell’arte paleocristiana e bizantina esistenti in Italia. La CHIESA DI SAN VITALE, capolavoro dell’arte e dell’architettura del Cristianesimo delle origini; il MAUSOLEO DI GALLA PLACIDIA*, “scrigno magico” che accoglie nella sua piccola struttura i mosaici del V secolo più belli del mondo; il BATTISTERO DELLA CATTEDRALE, un prisma ottagonale edificato alle soglie del V secolo, agli inizi della storia di Ravenna come capitale dell’Impero Romano d’Occidente; la BASILICA DI S. APOLLINARE NUOVO, eretta dal re Teodorico per il culto ariano in funzione di cappella palatina, che conserva i mosaici parietali più estesi a noi pervenuti dall’antichità. Il MUSEO ARCIVESCOVILE facente parte dell’antico Episcopio ravennate con la CAPPELLA DI SANT’ANDREA, l’oratorio privato dei vescovi cattolici costruita in pieno periodo ariano con mosaici in cui domina l’iconografia del “Cristo guerriero”.

Basilica San Vitale. Photo credit: Wiki Loves Monuments 2016 – autore Paolo Forconi

RAVENNA GIORNATA INTERA

Per avere una visione più completa della storia di Ravenna e per meglio approfondire la tecnica e l’arte del mosaico, l’itinerario classico del mattino può prolungarsi nel pomeriggio con la visita della DOMUS DEI TAPPETI DI PIETRA, il gioiello archeologico della città che ospita mosaici pavimentali datati al IV – VI secolo d.C., e della BASILICA DI S. APOLLINARE IN CLASSE che conserva meravigliosi mosaici bizantini di epoca giustinianea.

Ingressi ai monumenti a carico dei partecipanti:

Basilica S. Vitale + Mausoleo di Galla Placidia* + Battistero Neoniano + Basilica di S. Apollinare Nuovo + Museo e Cappella Arcivescovile: biglietto cumulativo di € 8,50 a persona (tariffa ridotta valida per i gruppi accompagnati dal nostro staff).

*Dal 01/03 al 15/06 per la visita al Mausoleo di Galla Placidia è previsto un diritto di prenotazione di € 2 a persona che si aggiunge al biglietto cumulativo di € 8,50. La prenotazione è obbligatoria per i gruppi. Prenota qui.

Domus dei Tappeti di Pietra: € 3 (tariffa ridotta valida per i gruppi accompagnati dal nostro staff).

Basilica di S. Apollinare in Classe: adulti € 5 ; gratuito under 18. Ingresso gratuito ogni prima domenica del mese.


Speciale scuole

ITINERARIO CON INGRESSI COMPLETAMENTE GRATUITI 

L’itinerario, studiato per sfruttare al meglio la possibilità di ingressi gratuiti ai monumenti cittadini, unisce alla visita di alcune delle più significative testimonianze di epoca paleocristiana e teodericiana della città, splendide nelle loro decorazioni musive, la possibilità di tributare una visita speciale alla memoria di Dante, il sommo poeta che qui si spense il 13 settembre 1321. Esso comprende il BATTISTERO DEGLI ARIANI, il MAUSOLEO DI TEODERICO la TOMBA DI DANTE e l’attigua BASILICA DI SAN FRANCESCO, famosa soprattutto per la Cripta pavimentata a mosaico e per lo spettacolo di grande suggestione che su di esso creano le acque che costantemente la invadono a causa del fenomeno della subsidenza, e infine la grandiosa BASILICA DI S. APOLLINARE IN CLASSE che conserva meravigliosi mosaici di età giustinianea tra cui la Trasfigurazione di Cristo sul monte Tabor.

Battistero degli Ariani

Dopo la visita della città, gli studenti desiderosi di approfondire la tecnica del mosaico possono partecipare a un LABORATORIO DI MOSAICO organizzato dalla Fondazione RavennAntica. Qui il link per maggiori informazioni e prenotazioni.


L’arte del mosaico pavimentale

Questo itinerario è volto a far conoscere e valorizzare un aspetto meno noto, ma non per questo meno importante, del panorama artistico ravennate: i mosaici pavimentali.

DOMUS DEI TAPPETI DI PIETRA: l’area espositiva ipogea ospita i mosaici ritrovati in via d’Azeglio fra il 1993 e il 1995 e datati al IV-VI secolo d.C. Splendidi nelle loro decorazioni in tessere policrome, questi mosaici costituiscono un documento di importanza eccezionale poiché consentono di ricostruire e conoscere la forma di un palazzo laico d’età todericiano-bizantina, avvicinandoci a quella che era la vita quotidiana dell’aristocrazia dell’epoca.

TAMO* – TUTTA L’AVVENTURA DEL MOSAICO: all’interno del suggestivo complesso Trecentesco di San Nicolò è stata allestita una mostra permanente dedicata all’arte di “fare Mosaico” dalle origini ai nostri giorni, con reperti eccellenti del patrimonio musivo della città e del suo territorio, in parte inediti, d’epoca antica, tardo antica e medievale, fino a giungere alle produzioni degli artisti moderni e contemporanei. Si tratta di un museo innovativo, versatile e multiforme adatto sia per i più piccoli sia per un pubblico adulto.

CRIPTA RASPONI**: l’accesso alla Cripta, in realtà una piccola cappella gentilizia mai destinata al seppellimento dei defunti della famiglia Rasponi, e al giardino, con una parte pensile, avviene dal monumentale portico sul lato sud di Piazza San Francesco, che ben si adatta   all’austero ambiente della cosiddetta Zona Dantesca. Il pavimento musivo della Cripta proviene da Classe, probabilmente dalla chiesa di San Severo (VI sec.). Decorato con motivi ornamentali e figure di animali vari, presenta elementi affascinanti e ricchi di interesse.

Domus dei Tappeti di Pietra. Photo Credit: RavennAntica

Ingressi ai monumenti a carico dei partecipanti:

Domus dei Tappeti di Pietra + Tamo + Cripta Rasponi: biglietto cumulativo di € 5 (tariffa ridotta valida per i gruppi accompagnati dal nostro staff).

*TAMO: riapertura dall’11 Marzo 2017.

**Cripta Rasponi (fino al 5 Marzo aperta solo durante i weekend dalle ore 10 alle ore 18).


Le guide di Oriente Occidente offrono inoltre la possibilità di creare percorsi tematici alternativi e personalizzati a seconda degli interessi specifici del turista che avrà così l’opportunità di scoprire gli angoli più remoti della città e i periodi storici meno noti ma non per questo meno significativi. Da quest’anno, inoltre, per gli appassionati di enogastronomia sarà possibile prenotare due proposte di “degustazioni guidate“: una storica, con assaggio e abbinamento dei prodotti di eccellenza regionali, la seconda è una degustazione guidata sulle migliori rappresentazioni dei vini cosiddetti autoctoni.